Dopo il protocollo di Kyoto, sono state introdotte nuove linee guida per le aziende che utilizzano al loro interno impianti ad aria compressa. In particolare, il suddetto protocollo ha espresso in maniera molto diretta quali devono essere le responsabilità delle aziende in fatto di responsabilità ed efficienza energetica, introducendo diversi tipi di nuove certificazioni come ad esempio la Iso 50001. Il tema dell’efficienza energetica quindi, diventa un punto focale all’interno della catena di produzione e in particolare va a considerare i consumi degli impianti ad aria compressa, sicuramente tra i più utilizzati.

Occorre quindi fare innanzitutto una riflessione a riguardo, che vada a concentrarsi sulla rete di distribuzione di tali impianti. La Iso 50001 infatti, invita direttamente le aziende a presentare rapporti molto dettagliati circa i processi produttivi e l’efficienza dei propri impianti e macchinari, così da contribuire ad una ‘fotografia’ certa e affidabile del consumo energetico in tale ambito.

Cosa significa questo per le aziende e quali vantaggi ne trarranno? Innanzitutto, l’azienda avrà la possibilità di tenere sotto controllo i propri impianti ad aria compressa in modo molto più rispetto al passato. In seconda battuta – ma non meno importante – si avrà modo di considerare le reali condizioni degli impianti in modo tale da poter intervenire tempestivamente in termini di manutenzione e controlli di efficienza.

Se un impianto ad aria compressa viene revisionato attenendosi ai tempi indicati nelle linee guida delle case produttrici infatti, a beneficiarne sarà l’azienda stessa in primis, poichè potrà contare su macchinari che garantiscono una produzione costante e priva di intoppi (che potrebbero andare ad incidere in maniera pesante sull’aspetto economico). Grazie alle certificazioni Iso 50001 quindi, potranno essere raccolti tutta una serie di parametri, tra cui anche una voce che prima non c’era, cioè la ‘rete di distribuzione’, che oggi viene considerata una delle fasi del processo di produzione tra le più importanti.